luglio 2017

Alla scoperta dell’arcipelago de La Maddalena

L’estate è il momento ideale per staccare dalla routine del lavoro e godersi qualche giorno di meritato riposo. Ma una vacanza non è fatta solo di relax, è anche fatta di scoperta, di avventura, di bellezze da ammirare. Un’idea viaggio che coniuga perfettamente il relax e la scoperta è un soggiorno in Sardegna, ma non il solito soggiorno nelle spiagge vip, bensì alla scoperta dell’arcipelago de La Maddalena. Per raggiungere l’arcipelago si deve arrivare in Sardegna, o in traghetto o in aereo, a tale proposito si ricorda di informarsi prima di partire per un eventuale rimborso ritardo aereo EasyJet o della compagnia di navigazione nel caso si opti per il traghetto perché, purtroppo, soprattutto in questo periodo i ritardi sono molto frequenti.

L’arcipelago de La Maddalena, il fascino selvaggio

Per visitare l’arcipelago de La Maddalena si può scegliere se noleggiare un gommone o se affidarsi a una delle agenzie che organizzano delle escursioni guidate. Se volete davvero scoprire tutti gli affascinanti scorci di questi luoghi vi consigliamo la seconda opzione. Ci sono diverse compagnie che offrono varie possibilità tra cui anche il pranzo a bordo. Solitamente si tratta di una piccola imbarcazione a conduzione familiare e che ospita un esiguo numero di turisti. Durante la giornata si pesca e quello che si è pescato viene cucinato a bordo e servito agli ospiti, il tutto in una cornice paesaggistica di una bellezza quasi indescrivibile a parole.

Le isolette dell’arcipelago

L’arcipelago de La Maddalena è composto da 7 isolette maggiori e da diversi isolotti che emergono da acque cristalline dal colore turchese azzurro. Caprera, la maggiore di esse, è raggiungibile anche via terra e vi consigliamo di visitarla a parte in una giornata perché ci sono delle cale, come Cala Cotticio, che valgono l’escursione a piedi e un tuffo tra le acque trasparenti. L’isola più famosa è invece quella di Budelli, con la sua caratteristica spiaggia rosa che si colora grazie a dei piccoli molluschi che rilasciano sulla sabbia il caratteristico colore, anche se per via delle ruberie la sabbia ha perso molto del suo rosa. Molto suggestiva anche Spargi, con sabbie bianchissime, e Santo Stefano.

Aperitivo con tramonto

Il tramonto da queste parti è davvero spettacolare, ma lo è ancor di più se assieme alle suggestioni dei riflessi rossi e gialli che si infrangono sulle acque quasi infiammandole di colore, si sorseggia un rinfrescante aperitivo con stuzzichini, rigorosamente a base di pesce fresco, per salutare la splendida giornata che si avvia verso la conclusione.