Le Langhe: Cosa Vedere?

La regione collinare delle Langhe si estende tra le province di Alba, Cuneo ed Asti, con un paesaggio dai colori spettacolari, soprattutto in autunno, avvolto dal verde e ricco di luoghi storici: ville e palazzi d’epoca, antichi monasteri, castelli, fortezze. Inoltre, in tutta l’area delle Langhe, la produzione storica dei vini più famosi d’Italia e del mondo è divenuta, nel corso del tempo, una  vera e propria tradizione: un patrimonio culturale che conferma e testimonia la biodiversità del luogo.


Intraprendere un percorso nelle Langhe, significa quindi conoscere un territorio unico sia per le risorse paesaggistiche, sia per la cultura enogastronomica, fortemente correlata all’ambiente naturale. L’area delle Langhe è il luogo in cui prendono vita alcuni grandi vini rossi italiani: il Barbera, il Barolo, il Dolcetto d’Alba, il Barbaresco, il Nebbiolo, il Dolcetto di Dogliani.

Un itinerario ideale per gli appassionati non solo del verde e della natura, ma anche delle celebri produzioni vinicole piemontesi, è proprio la Strada del Barolo, un percorso di venti chilometri scarsi nella Bassa Langa per scoprire le origini di questo rinomato vino. La Strada del Barolo è un viaggio incantevole, dove il protagonista è sicuramente il vino, mettendo però in risalto il contesto artistico e culturale del luogo, le tradizioni, il valore paesaggistico e l’ambiente naturale.

L’itinerario coinvolge i comuni di Alba, Barolo, Castiglione Falletto, Cherasco, Diano d’Alba, Dogliani, Grinzate Cavour, La Morra, Monchiero, Manforte d’Alba, Montelupo Albese, Novello, Roddi, Roddino, Rodello, Serralunga dAlba, Sinio e Verduno: un’avventura alla scoperta di un paesaggio pittoresco e suggestivo, e un percorso turistico che unisce strutture alberghiere, agriturismi, cantine, enoteche e aziende produttrici, per offrire un’esperienza che coinvolge totalmente tutti i cinque sensi.

Un’altro itinerario affascinante che si snoda nella regione delle Langhe è quello dei castelli: se ne incontrano almeno una decina, tra Langhe e Roero, in un percorso romantico e suggestivo tra le colline e il cielo. Monticello d’Alba, Roddi, Barolo, Grinzane Cavour, Serralunga d’Alba, fino a raggiungere i confini del Roero, con Magliano Alfieri, e del Monferrato, con Govone, un magnifico palazzo barocco dichiarato Patrimonio artistico mondiale Unesco.

Partendo da Alba, culmine delle Langhe e sede della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco, i più irriducibili appassionati della natura e dei vini pregiati hanno la possibilità di percorrere decine di chilometri tra antichi borghi, luoghi legati a tradizioni e leggende, strade e piazze lastricate di ciottoli, castelli e antiche chiese. Vezza d’Alba, borgo millenario e barocco, Magliano Alfieri, antico borgo feudale e patria di Vittorio Alfieri, Neive e la Terra dei Quattro Vini, Treiso, che appare nei romanzi storici di Beppe Fenoglio, Trezzo Tinella, dalla magnifica posizione panoramica che si affaccia sulle colline e sulle Alpi, in uno dei punti più suggestivi dell’intero Piemonte.

Conoscere le Langhe, comunque, non significa seguire un percorso prefissato, ma spesso lasciarsi condurre dalle sensazioni, dai colori e dagli aromi, dalle persone stesse del luogo, che sapranno, meglio di ogni altro itinerario turistico, indicare la strada più ricca di emozioni.

Leave a comment